Itinerari turistici

Memorie Romane tra i meandri del fiume

L'itinerario può essere interamente percorso in bicicletta partendo dal posteggio situato a Lodi, in piazzale 3 Agosto, in prossimità del Palazzo del Tribunale.

In alternativa ci si può portare in automobile a Zelo Buon Persico seguendo l'itinerario tracciato sino a Mignete. Di qui si continua per la Strada Statale e si raggiunge la piazza della Parrocchiale.

L'ultimo tratto dell'itinerario può essere portato a termine in bicicletta.

Dalla sommità del colle Eghezzone si scende lungo la via Emilia e, dopo qualche centinaio di metri, si imbocca la deviazione per Montanaso Lombardo. Si raggiunge il paese e si segue la strada che scende dolcemente, fiancheggiando un piccolo maneggio. Si imbocca a sinistra la strada che si inoltra nella riserva della cascina Lazzara. Un ponte attraverso il nuovo canale derivato dalla Muzza. Un piccolo agglomerato rurale, completamente diroccato precede il leggero pendio che porta ad Arcagna.

Giunti al paese, si devia a destra lungo la strada per le cascine. Si incontra prima cascina Grande, quindi si giunge alla chiesa: di fronte alla piazza un bivio indica a sinistra la direzione per il vecchio mulino, a destra la via per le cascine Fornasotto e Cagnola. Dal paese si prosegue per Villa Pompeiana. Oltrepassata una cappelletta posta sul ciglio destro della strada, si imbocca una via sterrata che conduce al Parco Ittico Paradiso dal quale si raggiunge Villa Pompeiana.

Lasciata Villa Pompeiana, una strada sinuosa costeggia il declivio verso la valle del fiume e poco dopo si entra in Mignete, piccolo centro agricolo. Presso l'osteria si prende sulla destra una strada sterrata che sbocca sulla via Centrale di Casolate. Sulla destra si apre via Convento: dal sagrato della chiesa di S.Pietro l'itinerario si dirige verso Bisnate e si prosegue in direzione Zelo Buon Persico. Da qui si devia a destra per Marzano. La strada fiancheggia per breve tratto la nuova zona industriale.

Si attraversa il paesino, fiancheggiando il palazzo, arrivando in piazza e si prosegue per Comazzo. Dopo aver ammirato la chiesa e villa Pertusati si lascia Comazzo per Lavagna. Fuori dal paese si può prendere a destra la via che conduce alla cascina Torchio: si osserva all'esterno la ruota del mulino. Entrati in Lavagna, a fianco della chiesa una strada sterrata conduce a Rossate. Si torna a Lavagna, si ripassa il ponte sulla Muzza: la strada devia verso Vaiano e Merlino. Imboccata la via centrale di Merlino, si raggiunge il santuario di San Giovanni al Calandrone. Lasciato Merlino si prosegue in direzione Zelo Buon Persico dal quale si giunge a Muzzano. Da Muzzano, si giunge a Cervignano d'Adda dove si prende a destra per Quartiano. Imboccando una suggestiva strada che si incunea per un tratto tra le mura delle cascine si raggiunge Casolta situata sulla riva sinistra della Muzza. Costeggiandola si giunge alla riseria Zibra, quindi si prende per la cascina Mongattino. Si prosegue e si raggiunge il bivio di fronte ad Arcagna. Si gira a destra in direzione per Lodi: sull'angolo della deviazione per cascina Pantanasco si erge il famoso "Gabon", un olmo secolare capitozzato ricco di immagini sacre. Si procede fino a Lodi, entrandovi all'altezza di San Grato.

Tratto dal volume: "Tra Rosse Presenze e Verdi Silenzi" Edizioni ex APT del Lodigiano 1992

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Guarda nel dettaglio i termini della legge privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.